Infotel
cloud

Favorire e accelerare il reinserimento delle persone colpite da infortunio sul lavoro attraverso lo sport.

È l'obiettivo di un accordo siglato nei giorni scorsi a Firenze dal direttore di INAIL Toscana, Bruno Adinolfi, insieme al presidente regionale del Comitato italiano paralimpico (Cip), Massimo Porciani. Sul territorio regionale, è stato spiegato, esiste una decina di centri sportivi dove le persone con disabilità a causa del lavoro saranno indirizzate per svolgere vari tipi di discipline. Adinolfi ha ricordato l'importanza dello sport perché "è strategico per l'integrazione e il reinserimento sociale di queste persone". Per Porciani "fare attività sportiva permette di avere un miglioramento motorio e strategico per i disabili e non solo. Lo sport grazie alla sua grande forza aggregativa e riabilitativa, è un prezioso grimaldello"

0 commenti