Infotel
cloud

Blitz dei carabinieri del nucleo Ispettorato provinciale del Lavoro di Palermo presso un cantiere scuola per disoccupati, allestito per il rifacimento della sede stradale, in via Francia, a San Giuseppe Jato. Nel corso del controllo sono state accertate diverse irregolaritá. In particolare, i luoghi di lavoro non avevano i requisiti richiesti dalla normativa vigente, in quanto il committente dei lavori non aveva fatto predisporre i gabinetti e lavabi e non aveva fatto sostituire i dispositivi di protezione individuale dei lavoratori, mentre il Piano operativo di sicurezza non era stato redatto; il datore di lavoro non aveva adeguato il Piano operativo di Sicurezza alla vigenti disposizioni di legge; il direttore dei lavori non aveva segnalato le deficienze dei dispositivi di protezione individuale. I militari, a conclusione dell'attivitá ispettiva, hanno elevato multe per un ammontare complessivo di 25 mila euro circa e sanzioni amministrative pari a 6 mila euro. (ITALPRESS)

3 commenti

  1. infotel // 11 settembre 2011 12:29  

    Nell’ambito di un servizio pianificato mirato alla verifica del rispetto della normativa speciale in materia di prevenzione degli infortuni sul luogo di lavoro e legislazione sociale, i Carabinieri della locale Stazione congiuntamente a personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato Provinciale del Lavoro di Palermo hanno effettuato un accesso ispettivo presso il “cantiere scuola di lavoro per disoccupati” allestito, per il rifacimento della sede stradale, in via Francia. Nel corso del controllo sono state accertate diverse irregolarità ed in particolare: i luoghi di lavoro non avevano i requisiti richiesti dalla normativa vigente, in quanto il committente dei lavori non aveva fatto predisporre i gabinetti e lavabi e non aveva fatto sostituire i dispositivi di protezione individuale dei lavoratori, mentre il Piano Operativo di Sicurezza non era stato redatto; il datore di lavoro non aveva adeguato il Piano Operativo di Sicurezza alla vigenti disposizioni di legge; il direttore dei lavori non aveva segnalato le deficienze dei dispositivi di protezione individuale. Al termine dell’attività ispettiva i Carabinieri hanno contestato ammende per un ammontare complessivo di 25.000,00 euro circa e sanzioni amministrative pari a 6.000,00 euro

  2. infotel // 11 settembre 2011 12:30  

    Nell'ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale di Benevento per contrastare le violazioni alle norme di sicurezza sui cantieri edili e del lavoro nero, i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita in collaborazione con quelli del Nucleo ispettorato ed i funzionari della Direzione Provinciale di Benevento hanno eseguito una serie di controlli in diversi cantieri edili adibiti alla costruzioni di civili abitazioni nel corso dei quali sono stati denunciati all'A.G. due imprenditori per violazioni penali ed elevate n.19 sanzioni amministrative per un importo complessivo di 26.000,00 euro.

    In particolare a Telese Terme è stato denunciato un imprenditore di Pomigliano D'arco per aver allestito un cantiere privo della recizione al fine di evitare l'accesso agli estranei. Inoltre gli sono state elevate anche 3 sanzioni amministrative per circa 2.000,00 euro. Sempre a Telese Terme nei confronti di un imprenditore di Benevento è stata disposta la sospensione dell'attività imprenditoriale con chiusura del cantiere poichè all'atto del controllo vi erano n.6 lavoratori su 6 in nero. A suo carico sono state applicate 14 sanzioni amministrative per un importo complessivo di 22.000,00 euro.

    A Pontelandolfo è stato denunciato un imprenditore di Molinara poichè aveva allestito un ponteggio non munito di idoneo parapetto. Inoltre sempre nei suoi confronti sono state elevate 2 sanzioni amministrative per un importo di 2.000,00 euro.

  3. infotel // 11 settembre 2011 12:33  

    La Regione Lombardia ha approvato le Linee Guida per l’utilizzo di Scale Portatili nei cantieri temporanei e mobili, con Decreto n. 7738 del 17/08/2011.

    Le linee guida riguardano tutti i lavoratori esposti al rischio di caduta da una quota posta ad una altezza superiore a 2 metri. Vengono stabiliti, inoltre, i requisiti psico-fisici dei lavoratori addetti e viene indicato un protocollo sanitario specifico per la mansione.

    Il documento è costituito da 42 pagine di cui 39 tecniche relative alle scale comprende:

    Introduzione
    Definizioni
    Riferimenti Normativi
    Misure generali di sicurezza nell’utilizzo delle scale
    Idoneità sanitaria all’utilizzo di scale
    Questionari per la registrazione delle attività di verifica, di conformità all’uso, ecc
    Check list di controllo
    accesso in quota
    esecuzione lavori
    Schede informative specificamente pensate per gli utilizzatori.
    Utilizzo di scale portatili per l’accesso agli scavi, pozzi o cunicoli
    Utilizzo di scale portatili per le attività di rimozione (strip out) impiantistica ed edile
    Utilizzo di scale portatili per la realizzazione di pilastri in calcestruzzo
    Utilizzo di scale portatili per passaggio da solaio a solaio
    Utilizzo di scale portatili per la movimentazione di monoblocchi di cantiere
    Utilizzo di scale portatili per l’esecuzione di finiture ed intonaci
    Utilizzo di scale portatili per l’esecuzione di impianti (elettrici, idraulici, trattamento aria ecc.)
    Utilizzo di scale portatili per lavori di assistenza ai fini dell’esecuzione di impianti (elettrici, idraulici, trattamento aria ecc.)
    Utilizzo di scale portatili per la posa e disarmo dei casseri d’armatura
    Utilizzo di scale portatili per la realizzazione delle opere di banchinaggio
    Utilizzo di scale portatili per l’apertura e chiusura della copertura superiore degli automezzi telonati

    Ricordiamo che le linee guida approvate dalle regioni hanno valore di legge e il loro mancato ossequio, in assenza di norme tecniche o linee guida concorrenti, costituisce inadempimento agli obblighi generali di prevenzione e protezione dai rischi, come previsto dagli articoli 71 del D.Lgs 81/08