Infotel
cloud

Un raro caso di utilità sociale finalizzata alla promozione del proprio business. E' quanto segnala la redazione di "iLib" ai suoi lettori in merito ad una pubblicazione - plurilingue - realizzata da Ansell, leader mondiale per la produzione, tra le altre cose, dei DPI per la prevenzione e la sicurezza dei lavoratori. La strategia si basa sulla consapevolezza di fornire un servizio di utilità sociale gratuito agli operatori ma che abbia come ricaduta per l'azienda la pubblicità e la promozione dei suoi prodotti. Se però epuriamo il documento dagli aspetti di "marketing indiretto", la "Revisione della Guida agli standard EN relativi ai guanti", realizzata dall'azienda è, indubbiamente, un buon documento, preciso tecnicamente ma anche molto curato dal punto di vista della grafica e della comunicazione visuale di argomenti tecnici.
La guida, infatti, oltre che ai tecnici è rivolta, principalmente, ai datori di lavoro per agevolarli nella scelta dei DPI (i guanti in questo caso) e di come si possano effettuare specifiche scelte coerentemente con quelle che sono le indicazioni vincolanti delle direttive quadro 89/391/CEE e 89/656/CEE, così come quelle specifiche della direttiva sui DPI, la 89/686/CEE. Oltre a spiegare come rispettare le predette direttive DPI ed i requisiti generali EN 420:2003 relativi ai guanti, la nuova guida offre informazioni su come proteggere specificamente le mani dalle sostanze chimiche e dai microrganismi (EN 374:2003), protezione meccanica (EN 388:2003), protezione termica (EN 407:2004), protezione dal freddo (EN 511:2006), contaminazione radioattiva e radiazioni ionizzanti (EN 421:2010), oltre a due standard aggiuntivi: proprietà elettrostatiche (EN 1149) e saldatura manuale (EN 12477: 2001). La Guida presenta, infine, una breve ma molto efficace spiegazione del regolamento REACH. Doveroso sottolineare l'ottimo livello di trasposizione linguistica, dall'inglese all'italiano.


Link al documento Ansell sugli standard EN per i guanti

0 commenti